Il comune denominatore…

Sdegno d’umana specie

èquel parlare inutile

di ciò che muove il mondo

nella mancanza assoluta poi

d’un comune denominatore

scelto tra tanti numeri primi.

Il comun denominatore

direi che potrebbe essere amore

nell’appropriato scempio

che divide poi il mondo

carente assai di similitudine

d’un ordine cos? incoerente

tra parola e senso

tra sentire e provare

tra ascoltare e porgere

tra espanderlo e ricrearlo

tra piangerlo e osannare.

Ecco lo scempio d’una parola

che potrebbe essere apprezzabile

se solo s’imparasse ad elemosinarlo

non perchè si è forti

ma solo ricchi di debolezza

potendo chiedere ciò che manca

alla vita che può essere amore

se si riuscisse ad eliminare

…quell’interesse personale

che non è porgere incondizionato

che non è gratuità non pesabile

che non è l’editto da urlare

ma è solo immensità che manca…

  (248)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag