Distesa statica…

Distesa statica

come l’acqua che tace

riscaldata da sole

che appiattisce la forza

anche del mare.

La statica attesa

d’un moto diverso

dentro un inerme

che sembra aggrappato

quasi morto dentro di sè.

Non ha fascino

questa placata distesa

quasi assente d’energia

resa è…ubriaca dal niente

in quel tacere assoluto

che è il nulla di tutto.

Attacca d’ombe strane

quasi nella loro fermata

anche le ombre sono sparite

nell’incanto dormiente

tacciono anche i pensieri

aspettando il tramonto

quando il dissolto compare

in un enegica destata

con la frescura amica

che accompagnerà la serata

senza più il tacere statico

d’un pomeriggio estivo

col caldo che appiattisce

ogni pensiero e ogni movimento… (290)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag