Eccomi…

Conoscersi dentro

è il presentarsi

d’ogni mattina

alla vita se sei vivo

alla morte se sei altrove

e dirsi con molta onestà

eccomi…son qui.

Quell’eccomi è tutto

nell’affermare imperativo

che ci sei per te.

Si dimentica per

che…eccomi…è arrivo

come risveglio ottimale

sintonico d’azione

non di recitazione ulteriore

per sentirsi presenti

ma in realtà si è assenti.

E’ come bluffare

dentro il codardo partecipare

ad un pranzo ricco d’amore

ed invece non capirlo.

E’ ricca quella tavola

dove sei ospite d’onore

ogni mattina…ogni sera

ogni attimo…ogni volta

nell’esser degno c’è il gusto

di tanto onore elargito

c’è l’afferrare proprio quel gusto

che è dirsi davvero…eccomi…

  (815)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag