Dentro…

Nella scala dei valori

c’e’ il picco massimo

come un suono perpetuante

che segui e senti…dentro

…nella sofficita’ del buio

…nella bambagia carezzevole

…nella piega disciolta trasformata

in quel picco che sembra

…ubriacatura dei sensi

come esser ebbri senza bere

come esser morbidezza dall’asprità

come essere mai te stesso e invece

…invece senti te.

E’ un picco naturale

dentro strapiombi inviolati

che pur sono lì a governare

che pur sono li’ per ricordare

quanto dalla felicita’ palesata

e’ regno…e’ dittatura…e’ principio

d’un inizio pesato di totalita’

che t’innalza proprio li’

portando l’anima a viversi

con la consapevolezza d’esser

quella singolare potenza

che l’umano disdegna sempre

per la paura poi di non sapere

…governare la forza interiore

che come un vento raffica

non demorde e non demolisce

la prorompenza d’ascoltarsi

solo ascoltarsi…

  (375)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag