Di me…

A tratti di me

riconosco quella razionalità

atta ed inutile quando riesce

a sondare l’intensità

profusa così libera d’essere

che il superar ostacolante

sembra addirittura

neanche più toccarti

nella sofferenza d’esser degna

di un anima saggia e perdente

perchè nelle cose della vita

è sempre fuorviera d’affanni

quasi che dovesse sempre provare

a se stessa…solo se stessa

non come gioco

ma come l’unica serietà

da seguire nell’impulso

libero d’essere sempre se stesso.

Il gabbiano che è dentro

ogni vibrante che vuole espressione

sembra una nostra responsabilità

in quel dare a noi stessi

l’opportunità di vita

che esprime il vero messaggio

nell’individuare … nell’individuo

quel vibrante di variabile

…che si eleva a volare

nel vento della contrarietà

…trovare il coraggio d’essere

riconoscendo l’altra parte di te…

  (499)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag