Il click…

Sentendo afflato

nell’infinitezza che

ogni volta …con un click

sembra credenza d’altro

nel porgere il dono specchio

d’un profondo che s’inerpica

nelle cime tempestate

d’una corona regale

che sembra rispecchiar

quell’umanità che è

celestiale arrivo

alla fine o all’inizio

d’un carpire riflessi

che ci donano ampiezze

nella forza possedente

che è insita in ognuno

quando lo specchio d’anima

risplende di cristallo

e ci fa ascoltare pace.

E’ la infinita potenza

che può resuscitare

ciò che è morto

ciò che dentro è sparito

ciò che dentro è desiderio

ciò che è dentro trovato.

E’ la purezza che si riflette

nella bellezza che è bontà

di dire grazie alla sofferenza

quando è proprio il dolore

l’apertura ad accostarsi

d’un uomo proprio nuovo… (389)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag