Su di noi…la notte.

Notte agitata di pioggia

ed io…rigirante e litigiosa

nei sogni avvilenti

d’una Perla che ha freddo

bagnata di fradicia pioggia

da tener cautelata dal freddo

mentre è abbandonata

nella terra stracolma di fango

sola e…impaurita

ed io…più e più di lei.

Lotta di pianto

evidente da cuscino intriso

di pioggia d’anima

mentre stringo tepore

d’un peluche che non sazia

l’angoscia del perso

il dolore del troppo

d’una lama tagliente

che sembra affondare sempre più

nella mancanza di pietà.

Persino quella potrebbe riuscire

a colmare il vuoto di perdita

così divorante e tagliosa

mentre tu hai paura di bagnarti

nel sempre che ,così è stato

nell’umana tua coerenza

che il freddo…a forza ,è ora.

Piccola mia non riesco a scaldarti

piccola tenera vorrei abbracciare

senza il freddo che divide calore…

 

  (658)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag