La morte dell’anima…

Il dolore piega le persone

specialmente quando t’arriva

come una spada dentro

e…t’uccide

e…ti piega

e…ti dilania.

Il dolore piega e spezza

i fili d’acciaio saldanti

quelle certezze esteriori

che racchiudono i baratri

nei drammi d’ognuno

nel cacciarlo sempre

per non essere all’altezza

di morire ogni volta

quando indifesi

e…privi di forza

per troppa fragilità

si cerca il rifugio nascosto

dove comunque non piangi

dove comunque ti lecchi solo

…la ferita dell’anima.

Come è facile dare giudizio

di un mondo disperato

inadeguato nella mascherata

d’esser degno in apparenze

quasi come una gara di morte

mai di vita vera che è semplicità.

La vita vera è anima

che non compare mai.

Si cerca in ogni maniera

…di annientarla

quasi che averla fosse delitto.

Non la si segue più

non la si ascolta

non c’è più il volo dentro

di quella tenerezza bambina

che è l’unica forma d’umanità.

Si ammazza il vero sè

distruggendo la bellezza

quella personale d’ognuno

con i paliativi che tamponano

il dolore d’essere umani

stonando e fuggendo

dalla creatività d’amore

dalla ferma opinione errata

che essere umani sia altro.

Guerrieri delle guerre personali

combattiamo tutta la vita

per distinguere solo in noi

la perdita e la ferita inflitta

nell’inadeguata accoglienza

d’un ulteriore dramma

…la morte dell’anima.

  (1312)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag