Tutt’uno…

Cantare innanzi

all’oceano apertamente

seguendo il ritmo dell’anima

a squarciagola

con la voce ampliata

dalla gioia provata

…incontro al sentire

…incontro all’assaggio

…incontro allo sguardo.

Tutt’uno…voce e…anima

intonano quasi preghiera

verso l’orizzonte a guardia

dello straripar diffuso

d’un emozione cantata.

Il mare di risacca

percuote di tonfi

come accompagnamento

d’un ritmo antico

dentro la sinfonia apertasi

a raccogliere moto d’anima

insieme ad altro canto

nella festa della terra

che regala a profusione

ciò che deve scoprirne di taciuto

quasi che il silenzio smettesse

e…rendesse solo risposte d’anima.

Grazie anima mia

che sei così reale dentro me

quando persino io a volte

devo capirne la magia…

  (1539)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag