Da gamberi…

Forse sono troppo dura

con chi non ha il coraggio

di vivere la propria vita

e forse…non riesco neanche

a capire quanto si ha paura

…proprio di vivere.

Non riesco ad entrare

…se non con il cuore

in quegli impedimenti

in quei disagi esistenziali

che troncano tanti

per il disamore provato

per i passati contorti

per gli abbandoni codardi

ma tutto ciò è in ogni vita

in quel tutto che si prova

ogni volta che t’accingi

…solo a vivere.

Non riesco ad essere inerme

di fronte ai vissuti massacri

ma ciò non toglie quel rispetto

che ogni vita deve alla vita

che è così donata da essere

ignorata…calpestata…ingiuriata

e…non si può accettare.

Non riesco a vedere bene

quel vittimismo fatale

che relega il dolore al primo posto

ma mai…la gioia

in quel diritto che essa è

…quell’ “imput” per andare avanti

non indietro come gamberi… (239)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag