Il mare rabbia…

Il mare arrabbiato

dà l’idea d’una furia

ritmata dentro libertà

di poter esprimere rabbia.

Il mare arrabbiato

non tace il suo dolore

è lì a dimostrar in pieno

…il disarmo di sentimenti

…il piegarsi alla natura

…il grido di se stesso

che si alza di fragore

mentre arruffa e piega

l’esplosione della vita

spinto da schizzi bianchi

che scompaiono nell’onde.

Spaventato sguardo

nella meraviglia fascinosa

di sola visione profumosa

mentre quella forza

sembra sollevare l’anima

che si alletta di spazialità

mentre il gioco d’onde

sfiora la tua intensità

che non si piega.

E’ come il mare arrabbiato

non piegato alle circostanze

obbligo di chi placa l’intensità

affogandola di prigione

perdendo il libero arbitrio

d’esser a ben ragione libero…

  (1977)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag