Stagliato è…

Stagliato è l’immenso

come una certezza verace

d’un cibo d’anima

così amorevole di conosciuto

in quel riprendersi dentro

dall’agitato passare inutile

che sfugge da dentro il palese

per andare incontro sincero

al dono gratuito di sguardo

aperto a conglobare

quella melanconica attesa

che vorrebbe offuscare

l’editto dell’immenso.

Volere è l’inghippo fuggiasco

che vorrebbe creare trappola

mentre assaggiare l’estensione

strattona il pensare costante

riportando la pace

acquistata e acquisibile

allorquando deposta la razionalità

si crea il simbioso d’altro

nello stagliato immenso

che raccoglie il non senso

in quella nullità di futuro

attraverso il gusto dell’attimo d’ora

quasi a strattonare in,te

l’angoscia del dopo

che diventa dentro l’immenso

recondita stupideria umana

di cui l’anima se ne frega…

  (913)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag